CEDIFOP news 2007 36 - WEBSITE X5 UNREGISTERED VERSION - cedifop

Vai ai contenuti

Menu principale:

CEDIFOP news 2007 36

CEDIFOP news > 2008
CEDIFOP: Conseguita la certificazione ISO 900


CEDIFOP news n. 20 - Febbraio 2008 - articolo 036
CEDIFOP: Conseguita la certificazione ISO 9001
(di Nini Radicini)

A inizio dicembre 2007, il CEDIFOP ha ottenuto la certificazione ISO 9001 / UNI EN ISO 9001 2000 per la progettazione e l'erogazione di corsi di formazione professionale. Un traguardo di rilievo per il centro specializzato in corsi per OTS - Operatori tecnici subacquei. Il traguardo è stato raggiunto dopo lo svolgimento della procedura di verifica compiuta dall'ente certificatore, la SGS.

ISO è una organizzazione internazionale di standardizzazione riconosciuta da 178 stati. Elabora norme per il settore industriale e commerciale, poi recepite dagli aderenti. Si articola in comitati su scala continentale e nazionale. L'obiettivo della normativa ISO è certificare la qualità di un'azienda o di un ente, ovvero certificare che il prodotto realizzato sia conforme a standard prestabiliti. ISO prevede standard per ogni fascia di produzione. Così, ad esempio, un'azienda automobilistica che decidesse di produrre utilitarie invece che auto di lusso, per ottenere la certificazione deve raggiungere gli standard indicati da ISO per quella fascia di produzione. Le norme ISO considerano una serie di parametri ritenuti critici e fondamentali per l'attività di chi richiede la certificazione. La normativa può essere richiesta in qualsiasi settore perché applica una procedura che si sviluppa attraverso una serie di passaggi: programmazione dell'attività, registrazione, controllo. Quest'ultimo punto stabilisce se l'attività del richiedente è all'interno degli standard previsti. Tutto avviene attraverso regole scritte e registrazioni.

Dal gennaio 2008 la certificazione ISO 9001 è obbligatoria per i centri di formazione che vogliono rilasciare attestati di qualifica riconosciuti a livello statale (titolo di studio a tutti gli effetti). Per l'ente pubblico - in questo caso la Regione - rappresenta una garanzia della qualità delle modalità operative del centro, sottoposte a controllo periodico. Chi non è certificato potrà rilasciare attestati riconosciuti soltanto dallo stesso centro.

Da un punto di vista operativo, per l'azienda, la società, il centro, la certificazione rappresenta un'occasione per sistematizzare la sua catena produttiva, poichè vincola a riscontri oggettivi ed evidenzia funzioni che, fino ad allora, potrebbero essere state considerate secondarie. Ma non entra nel merito delle decisioni inerenti alla collocazione nel mercato. Sia il CEDIFOP, che si rivolge a una fascia alta del mercato formativo, sia coloro che fanno formazione orientandosi a un livello inferiore, per ottenere la certificazione devono raggiungere gli standard previsti per la loro specifica fascia. Il conseguimento della certificazione non stravolge il modo di operare, stabilisce invece capisaldi ineludibili. Da quel momento nulla, nell'attività produttiva, sarà lasciato all'interpretazione occasionale.

Quando si decide di ottenere la certificazione va stabilito innanzitutto se si è in grado di produrre la documentazione da presentare all'ente certificatore. In alternativa ci si può rivolgere a un consulente. Il passo successivo è l'applicazione di quanto indicato nella documentazione e la scelta dell'ente certificatore e del settore (es. esistono 39 settori commerciali). Ogni stato ha un ente sovrano (per l'Italia, UNI - Ente nazionale italiano di unificazione) che rilascia ad enti accreditati per singoli settori la possibilità di certificare le aziende. Gli enti di certificazione hanno accordi di mutuo riconoscimento, in modo che un certificato rilasciato da un ente italiano sia riconosciuto in tutti i paesi aderenti all'ISO. Allo stesso modo, un'azienda italiana certificata da un ente straniero sarà riconosciuta anche dall'Italia. Alla scelta dell'ente, alcuni dei quali nati da associazioni di categoria, si può arrivare per varie strade. Ad esempio, si può scegliere in riferimento all'esperienza dell'ente in un determinato settore. In questo caso l'azienda punta sulla credibilità delle ente, che rilasciandole la certificazione ne diventa garante della qualità.

Nel certificazione del CEDIFOP l'audit è stato incentrato sulla didattica, sulle qualità dell'equipaggiamento e dagli strumenti utilizzati dagli allievi OTS, sull'organizzazione interna, sulle verifiche precedenti e successiva allo svolgimento del corso.
Qualche giorno dopo, alla conclusione del corso svoltosi tra settembre e dicembre 2007 il CEDIFOP ha organizzato, presso il Porto di Palermo, un'esercitazione con l'utilizzo della campana aperta. L'avvenimento ha avuto eco sui mass media locali. Le riprese audiovisive sono nel sito www.cedifop.it.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu