CEDIFOP news 0057 - WEBSITE X5 UNREGISTERED VERSION - cedifop

Vai ai contenuti

Menu principale:

CEDIFOP news 0057

CEDIFOP news > 2009
Esami OTS e iniziative 2009

CEDIFOP news n. 33 - Marzo 2009 - articolo 057
Esami OTS e iniziative 2009
(di Nini Radicini)

L'11 e il 12 febbraio si sono svolti a Palermo gli esami del corso per Operatore Tecnico Subacqueo organizzato dal CEDIFOP. Gli allievi della sessione settembre-dicembre 2008 hanno prima portato a termine una prova scritta poi - il giorno seguente - hanno compiuto la prova pratica, eseguendo una serie di immersioni in assetto da OTS presso la piscina Hydra di Villabate. Per l'occasione sono state allestite due postazioni, utilizzando l'equipaggiamento e gli strumenti con cui si sono cimentati in varie esercitazioni. Una delle postazioni era abilitata per le riprese subacquee, tramite una videocamera installata sul casco Kirby-Morgan.

A differenza di quanto si potrebbe immaginare, la capacità di utilizzare tale strumento è tutt'altro che ovvia. Come ricordato dagli istruttori, è stato necessario sottolineare che l'OTS con in dotazione la videocamera deve innanzitutto acquisire l'abilità di gestire la posizione dello strumento in riferimento alla visuale dell'operatore in superficie, che osserva le immagini sullo schermo e, in caso ad esempio di un lavoro di saldatura o taglio, impartisce comandi. Al termine della prova pratica è seguito il colloquio per ciascuno degli allievi innanzi la commissione d'esame nominata con decreto dell'Assessore Regionale al Lavoro e costituita da un funzionario dell'Assessorato Regionale al Lavoro, un ufficiale nominato dalla Capitaneria di Porto di Palermo e due docenti del CEDIFOP.

Dopo l'inizio, a febbraio, del primo corso dell'anno 2009, il CEDIFOP proseguirà con una serie di altri appuntamenti. A marzo, insieme a Palumbarus Srl, parteciperà alla OMC 2009 - Offshore Mediterranean Conference & Exhibitor, in programma a Ravenna.

Intanto è in fase di progettazione un corso di specializzazione (60 ore) per Diver Medic Training, per il quale CEDIFOP ha richiesto ed è in attesa dell'audit dell'IMCA (International Marine Contractors Association). IMCA raggruppa aziende nel settore della subacquea commerciale e promuove la determinazione di standard tecnici e ambientali relativi alla sicurezza sul lavoro per gli operatori. Questa iniziativa è in linea con le finalità del CEDIFOP: garantire agli allievi una formazione di alto profilo tecnico e la cultura della sicurezza sia a livello individuale sia normativo.

Poi sarà la volta dell'audit da parte dell'IDSA (International Diving Schools Association), ultimo passaggio per poter assegnare al Centro di formazione siciliano il riconoscimento di "Full Member". Dal 20 al 24 aprile il CEDIFOP presenterà ai supervisori di IDSA la propria attività di ente formatore, in ogni articolazione: dalla tipologia della didattica al livello di preparazione del personale docente; dalle modalità di gestione dei rapporti con gli allievi alla qualità delle attrezzature per le esercitazioni subacquee.

Un traguardo molto sentito dalla dirigenza e dagli istruttori del CEDIFOP, per il raggiungimento del quale si è messo in moto un lavoro notevole di allineamento agli standard richiesti (un certo numero peraltro già da tempo acquisiti o di fatto raggiunti). A ciò si aggiunge un impegno costante nella ideazione e nella partecipazione a iniziative di settore, volte all'ampliamento della formazione degli allievi.

I dirigenti IDSA torneranno poi a Palermo tra il 5 e il 7 ottobre in occasione del meeting dell'Associazione. La scelta della sede del convegno può essere considerata un attestato di prestigio sia per il CEDIFOP, che cura la parte organizzativa e logistica, sia per la Città di Palermo e la Regione Sicilia. L'auspicio è che Palermo e la Sicilia possano caratterizzarsi come centro di alta qualità nella formazione della subacquea industriale.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu