CEDIFOP news - articolo 227 - cedifop

Vai ai contenuti

Menu principale:

CEDIFOP news - articolo 227

CEDIFOP news > 2016
Sviluppo e prospettive del commercial diver Italiano
CEDIFOP news n. 119 - Maggio 2016 - articolo 227
Quali novità con la L.R. 07/2016 (Legge Lentini - ex DDL 698)

(di Manos Kouvakis)

In data 21/04/2016 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia la Legge Regionale n.7/2016 dal titolo "Disciplina dei contenuti formativi per l’esercizio delle attività della subacquea industriale"

Tale legge definisce come "‘Sommozzatori e lavoratori subacquei’ (Nomenclatura e classificazione delle Unità Professionali ISTAT 6216) coloro che eseguono, in immersione, attività lavorative subacquee anche in via non esclusiva o in modo non continuativo, operando in acque marittime inshore ed offshore o interne" (articolo 1.2) (con riferimento EQF alla qualifica n. 6216 (ISTAT) in accordo con la Classificazione Internazionale delle professioni “ISCO-08” - qualifica equivalente al numero 7.5.4.1. “Underwater divers”)

Stabilisce (articolo 2.1) percorsi formativi articolati "in tre livelli di qualificazione correlati alle attività di cui al comma 2 dell’articolo 1:
a) di primo livello (inshore diver), o “sommozzatore”;
b) di secondo livello (offshore air diver), detto anche di categoria “TOP UP”;
c) di terzo livello (offshore sat diver), detto anche di categoria “altofondalista” (saturazione)."

con relativa iscrizione (aperta a tutti coloro che sono in regola con le definizioni della L.R. 7/2016) in un repertorio telematico presso il Dipartimento regionale del lavoro, dell’impiego, dell’orientamento e dei servizi e delle attività formative dell’Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro e relativa pubblicazione e aggiornamento nel proprio sito internet. L’iscrizione al repertorio avviene secondo numerazione progressiva individuale e prevede il rilascio all’iscritto di una CARD nominativa corredata dei dati integrali di iscrizione.

Per la prima volta in Italia è stata approvata una disciplina per l’esercizio delle attività di subacquea industriale, che può essere applicata fuori dall'ambito portuale, riservato agli OTS (Operatori Tecnici Subacquei) definiti dal D.M. 13/01/1979 e s.m.i.

L'iscrizione al Repertorio Regionale delle Regione Sicilia, diventa importante dal punto di vista della sicurezza sul lavoro, perché prevede una formazione che addestra gli operatori ad effettuare le attività lavorative con i massimi livelli di sicurezza stabiliti in ambito internazionale, diminuendo al massimo la probabilità di incidenti sul lavoro, per coloro che operano in acque marittime inshore, offshore o interne, creando nuovi livelli, diversi dagli OTS (operatori in servizio locale, all'interno delle aree portuali).

Per la prima volta in Italia, vengono definiti limiti di profondità abbinati a relativi percorsi formativi per il conferimento di un titolo che certifica le capacità degli operatori, definendo "inshore diver" coloro che operano entro i - 30 metri fuori dall'ambito portuale, "offshore air diver" coloro che operano entro i - 50 metri fuori dall'ambito portuale e "offshore sat diver" coloro che operano oltre i - 50 metri fuori dall'ambito portuale, stabilendo criteri per la formazione affinché le immersioni e le attività lavorative possano essere realizzate secondo criteri di sicurezza che non erano previsti per la formazione degli OTS.

Il possesso della CARD rilasciata dalla Regione Sicilia, quindi, per i cittadini Italiani, aventi diritto all'inserimento nel repertorio Regionale della regione Sicilia, rilasciata a seguito dell'iscrizione al repertorio, che può avvenire dietro istanza degli interessati, corredata della documentazione relativa ai titoli formativi e all’autorizzazione al trattamento ed alla pubblicazione dei dati personali, diventa per la prima volta un documento per garantire maggiore qualità e principalmente maggiore sicurezza, che fino ad oggi è mancata con gli operatori che operavano solo con la qualifica di OTS, insufficiente per le attività fuori dall'ambito portuale.

In allegato alla presente, copia della Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia che riporta la Legge Regionale n. 7/2016, attesa in Italia da 35 anni: 







articoli correlati:
Seleziona la lingua per leggere il sito - Select the language to read the site  
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu